Accesso ai servizi

Giovedì, 08 Settembre 2022

“Agricoltura_Siccità”



“Agricoltura_Siccità”


Con riferimento alla precedente nota della Direzione Agricoltura e Cibo prot. n. 20169 del 19/08/2022, si comunica che, a seguito delle riunioni tenutesi in data 25/08/2022 e 31/08/2022 con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf) e le altre regioni interessate, è necessario fornire ulteriori indicazioni in merito alla procedura in oggetto.

 

In particolare, per quanto concerne le tempistiche previste dal decreto legge in oggetto, le regioni hanno segnalato la difficoltà di poter procedere alla deliberazione di proposta di declaratoria di eccezionalità dell’evento ai sensi dell’art. 6 del Dlgs 102/2004 entro il 09/10/2022 (60 giorni dall’entrata in vigore del DL) a causa della mancanza di un quadro completo dei danni al comparto produttivo agricolo con la conseguenza di dover operare aggiornamenti successivi alla medesima deliberazione in funzione del completamento del ciclo produttivo delle diverse colture.

 

A tal proposito il Mipaaf ha precisato l’opportunità di procedere con un’unica deliberazione di proposta di declaratoria di eccezionalità dell’evento ai sensi dell’art. 6 del Dlgs 102/2004 anche successivamente alla data precisata nel D.L. 9 agosto 2022, n. 115 purché comprendente tutti i danni verificatisi alle produzioni agricole.

 

Ciò premesso, si comunica quanto segue.

 

Le aziende agricole: dovranno provvedere a compilare il modello “Agricoltura_Siccità” ed a consegnare lo stesso modello presso gli uffici dell’amministrazione comunale in corrispondenza della quale si sono verificati i danni quando avranno individuato in maniera compiuta il danno che ha interessato le produzioni e comunque entro la scadenza che sarà successivamente comunicata a seguito di ulteriori indicazioni ministeriali (la scadenza del 10/09/2022 è pertanto posticipata a data da definirsi).

 

Con successiva comunicazione, la medesima di cui al capoverso precedente o una specifica, sarà inoltre indicata la scadenza per segnalare, agli uffici dell’Amministrazione comunale in corrispondenza della quale si sono verificati i danni, le somme relative ad eventuali richieste di anticipazioni.

 

A tal proposito, si precisa che:

-  per aver diritto all’anticipazione, così come al contributo complessivo che sarà individuato dal Mipaaf, è necessario aver subito un danno superiore al 30% della PLV (Produzione Lorda Vendibile);

-  l’importo erogato in anticipazione dovrà essere decurtato dal contributo massimo erogabile a seguito del riparto dei fondi disponibili e dell’istruttoria tecnica amministrativa che sarà condotta dagli uffici regionali per l’erogazione del saldo del contributo;

-  qualora in fase di istruttoria tecnica amministrativa gli uffici regionali accertino la mancanza dei requisiti per il riconoscimento del contributo ovvero che il contributo massimo erogabile sia inferiore alla quota erogata in anticipazione, sarà necessario procedere al recupero delle somme già erogate come anticipazioni.

 

Le segnalazioni già consegnate ai comuni territorialmente competenti, qualora non necessitino di un aggiornamento, rimangono valide a tutti gli effetti.

 

Nel caso un’azienda agricola abbia subito dei danni in corrispondenza di più comuni, la segnalazione deve essere fatta in ogni comune interessato (la verifica preliminare delle segnalazioni da parte del comune comporta una competenza territoriale). Si ricorda infatti come, il Mipaaf ai fini dell’eventuale riconoscimento del danno, richiede l’individuazione nella proposta di declaratoria regionale degli specifici fogli di mappa catastale interessati.

 

Le amministrazioni comunali sono invitate a:

 

-  provvedere alla raccolta dei modelli “Agricoltura_Siccità” entro la scadenza che sarà successivamente comunicata a seguito di ulteriori indicazioni ministeriali (la scadenza del 10/09/2022 è posticipata a data da definirsi);

-  trasmettere alla Regione Piemonte, attraverso il servizio web NEMBO, i dati provenienti dalle imprese agricole colpite dalla dall’eccezionale siccità dell’anno 2022, entro le scadenze (una per le segnalazioni delle anticipazioni ed una per le segnalazioni complessive del danno) che saranno successivamente comunicate a seguito di ulteriori indicazioni ministeriali (la scadenza del 20/09/2022 è quindi posticipata a data da definirsi).

 

Si evidenzia che i dati pervenuti alla data del 20/09/2022, seppur parziali, potranno essere utilizzati ai fini di monitoraggio nel caso di un’eventuale richiesta di dati da parte del Mipaaf.